insonnia21L’insonnia è l’incapacità di addormentarsi in una persona che avverte il bisogno di dormire.

Le ore di sonno necessarie variano a seconda dell’età , dell’abitudine e della persona. Tra la gente in genere sembra prevalere l’idea che sia essenziale dormire otto ore, ma ci sono individui che dormono di meno e che non se ne preoccupano.

Ciò che conta è la quantità di sonno alla quale l’individuo è abituato in condizioni normali. Ma se uno rimane insonne tutta la notte e comincia, poi, a preoccuparsi di poter soffrire in futuro di malattie mentali, di danno al cervello o anche di poter diventare pazzo, allora si innesca un’escalation di tensione emotiva che porterà il malcapitato a ripetere le notti insonni, a causa dell’ansia esagerata.

Le principali cause dell’insonnia sono:

  • cause psichiche
  • dolore e malessere
  • condizioni febbrili
  • malattie cerebrali organiche

insonniaA noi interessano le cause psichiche e si può avere:

  • insonnia iniziale, con difficoltà ad addormentarsi
  • insonnia centrale, con continui risvegli notturni, per cui il sonno è interrotto
  • insonnia tardiva con risvegli mattutini precoci.

Alcune persone dicono di non dormire, ma in realtà le ore di sonno che fanno sono sufficienti, soltanto che l’ansia e la preoccupazione  fanno loro credere di non aver dormito bene e in maniera sufficiente.

In molti casi il sonno che si riesce ad ottenere non è riposante ed è disturbato da sogni spiacevoli, per cui il paziente si sveglia spesso sentendosi più stanco ed esausto di quando era andato a dormire.

Alcuni suggerimenti di stile di vita sana per ben dormire:

  • rispettare il proprio ciclo regolare veglia-sonno
  • andare leggermente stanchi a letto
  • cenare in maniera parca e con cibi non pesanti per la digestione
  • dormire in ambienti silenziosi e né troppo caldi, né troppo freddi
  • usare il letto solo per dormire
  • qualora ci si svegli, non alzarsi, non accendere la luce, non guardare la sveglia

Trattamento dell’insonnia

  • Scoprire le cause
  • Correggere le situazioni o le abitudini disfunzionali
  • Eliminare stereotipie e cognizioni negative sul sonno
  • Evitare di sforzarsi di dormire
  • Attuare tecniche di rilassamento
  • Convogliare in tempi stabiliti preoccupazioni e paure

Le tecniche ipnotiche risultano di gran lunga migliori in quanto producono la risoluzione dell’insonnia in tempi brevi con suggestioni e parole indicanti stanchezza, rilassamento, assopimento, essere addormentati.

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestDigg thisShare on RedditEmail this to someone